Dic 062011
 

Quando penso ad un pilota del passato, immagino un uomo  dal volto ruvido, mani e corpo segnati dalle mille cadute e dagli sforzi fatti nel tentativo di domare quelle bestie che erano le 500 2T. Questa immagine sparisce quando mi trovo di fronte al volto di uno dei piloti più mistici del motociclismo. Per alcuni una meteora, per altri talento puro. Per me…. una leggenda.

Freddie Spencer era per tutti  Fast Freddie! Un  ragazzo  tranquillo, anche un po introverso, ma con tantissimo talento.

Esistono piloti con capacità eccezionali: lui era uno di questi. Freddie era convinto d’avere la” super vista”: di essere in grado  di vedere tutti  i volti dei passeggeri di un treno anche attraverso un passaggio a livello.

Cerchiamo adesso di conoscere questo super eroe del motociclismo.

Già in giovanissima età era un  fenomeno del  Short Track e a 13 anni passa ad una 250 2t. La prima vittoria arriva  a 14 anni, a Palm Beach,  gara di livello internazionale.

Un talento con grandissime capacità di adattamento: pensate che in una  giornata di gara era capace di passare  dalla 125 alla 250 ed in fine alla 750, cosa impensabile ai giorni nostri.

Freddie fu il primo a girare con l’avveniristica Honda NR500 a pistoni ovali,  prima quattro cilindri a 4T. Progetto poi abbandonato per essere sostituito dalla NS500  a 3 cilindri.

Nel 1982 corre in 500 con la Honda al fianco del nostro M. Lucchinelli  riuscendo a vincere 2 gp. Nel 1983 vince il suo primo mondiale 500 ma  l’anno d’oro di Freddie è il 1985 dove diventa campione del mondo classe 250 e 500! Incredibile.

Gli anni seguenti sono quelli piu’ tristi e Spencer sembra aver perso il suo talento. Giacomo Agostini  invece crede ancora in lui affidandogli una Yamaha nell 89 e nel 93  ma con scarsi risultati.

Freddie decise così di aprire una scuola di pilotaggio  e  appendere il casco al chiodo.

Termina così l’avventura motociclistica di un pilota, un uomo o forse, piu’ semplicemente, un ragazzo con una gandissima passione… la moto.

 

Dai un'occhiata anche a:

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>