Nov 262011
 


Day 3:

17 aprile 2011. Terzo, ed a malincuore, ultimo giorno.

Borse e zaini son pronti dalla sera prima, resta solo da legare tutto sulla moto, scaldare le bimbe e partire.


Ci incamminiamo per un tratto della stessa strada dell’andata giusto per trovare un benzinaio, visto lo smanettare del giorno precedente; poi prendiamo un percorso alternativo rispetto l’andata: andiamo verso i colli e scendiamo dalla montagna. In teoria questo doveva essere fatto all’andata ma, sapendo di andare in contro al brutto tempo, abbiamo preferito farci prima la costa e poi il ritorno con il bel tempo e dei bei paesaggi da vedere e gustare.

Curva dopo curva (e che curve, da capogiro! ),  ad un ritmo anche abbastanza sostenuto, la direzione da prendere è per Vence ed il suo colle. Arrivati per mezzogiorno proseguiamo per St Bernabe e ci accampiamo in un spiazzo sterrato dove ci gustiamo un’altra baguette con il prosciutto cotto.  Finite le cibarie, con quasi un po di tristezza visto il relax, ripartiamo perché mancano ancore 350 chilometri circa, 2 passi e non so quanti tornanti!


Ancora curve e curve: lente, veloci, strette, larghe…di tutti i tipi, c’era solo l’imbarazzo della scelta.

Arrivati in vetta si fa una piccola pausa e poi cominciamo a scendere dall’altra parte, dove per un bel tratto troviamo una strada orribile e dissestata.

Passiamo da Sospel e andiamo verso il Col di Tenda dove il manto stradale è tornato da invidia, ci son curvoni da 4°/ 5° bella piena.

Arrivati al passo, pochi chilometri e dobbiamo passare un tunnel che ci divide dall’ Italia dove incontriamo dei bikers che erano con noi in hotel a Comps Sur Artuby; è strano ma a volte hai come la sensazione e l’ impressione di avere quasi un certo feeling con gente che saluti solo attraverso il casco perchè si ha una passione in comune.

Usciti dal tunnel percorriamo qualche tornate, dove ci sta anche qualche sorpasso, sempre nelle norma ovviamente…. e siamo a Limone Piemonte.

Anche qua sostiamo per fare qualche chiamata a casa ed informare dei nostri rientri, facciamo riposare un po il fisico (visto le quasi otto ore in sella) e via verso l’autostrada dove ammetto che è scattata un po di ignoranza come del resto per quasi tutti i 350 km di solo curve!

Purtroppo siamo a conclusione del viaggio, vediamo nomi di posti che conosciamo, fino ad arrivare all’uscita di Vercelli. Giunti nella nostra cittadina ci salutiamo ed ognuno prende la via di casa propria; piazziamo le bimbe in garage, le scarichiamo e le lasciamo riposare dopo i 1108 km in tre giorni, ognuno saluterà la sua a modo proprio prima di chiudere il garage.

Io l’ho ringraziata e dato anche un bacino, magari qualcuno mi prende anche per pazzo ma visto le emozioni che mi ha regalato e la voglia di guidarla che mi ha trasmesso mi è sembrato doveroso. Un grazie particolare va anche ai miei due compagni di viaggio Simo e Dany.

Alla prossima con una nuova meta.

Dai un'occhiata anche a:

  3 Responses to “Les Gorges du Verdon – Day 3”

  1. love this site – it’s a great blog – may i suggest you get an rss feed.

  2. Grandissimo Ste 😉

  3. Thanks 😉
    Grazie Freddy 😀

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>