Nov 152011
 
Altro viaggio, altra strada, altro hotel. Ritorno a scoprire posti che non vedevo da almeno un anno e mi affascina la familiarità che riescono a trasmettermi anche se, in realtà, ci ho speso solo qualche notte, spalmata sull’arco di 5 anni…
Ma è una sensazione positiva, in grado di caricarmi e di farmi affrontare chilometri di asfalto. Il Gran Sasso mi guarda dall’alto, ancora accarezzato dal sole, e non posso che ripromettermi che riaffrontare queste curve ancora una volta, ma con due ruote in meno.

“Quattro ruote spostano un corpo, ma due muovono l’anima”, non è solo una frase must del nostro mondo, ma è, prima di tutto, una chiara verità.
Gli odori, i profumi, le sensazioni  e le immagini che cogliamo viaggiando in moto non possono in nessun modo essere equiparate alle stesse raccolte in auto. E il tutto si riflette anche su chi incontriamo durante il percorso.
Non capiterà mai che un automobilista ci saluti o attacchi bottone ad una piazzetta di sosta solo perché divide con noi una destinazione o una meta.
Se invece ci si ferma in moto, anche la sosta diventa viaggio e, anzi, parte integrante dello stesso. Poche battute scambiate con sconosciuti incontrati sulla strada: condivisione di attimi e emozioni, di paure e incertezze che alla fine ci rimarranno dentro indelebili.
Come nella musica bisogna suonare le pause, in un viaggio in moto non si può fare a meno delle soste. Assaporare l’istante, godersi il percorso. Questo è il vero viaggio.
Se non riusciamo ad assorbire le emozioni della strada, se non facciamo nostre le esperienze che nascono spontanee lungo il nastro di asfalto, se non  facciamo tesoro di ogni incontro… Beh il viaggio si trasforma in una mera corsa per arrivare alla meta, che una volta raggiunta ci lascerà solo delusione e l’amaro in bocca.
– il Carogna –
Dai un'occhiata anche a:

  One Response to “Ancora in viaggio”

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>