Nov 032011
 
Passione. Forse dietro questa breve e semplice parola si nasconde il vero segreto che in pochi riescono a cogliere. Il vero significato di una vita. Il valido motivo per viverla quella vita. La differenza tra vivere e sopravvivere.
Rispondere alle domande: “Perché vai in moto? Cosa provi a sparare il tuo corpo a più di 250 km/h su una pista?” è semplicemente impossibile. Non si può trasmettere qualcosa che manca. Non si può condividere qualcosa che non è presente nell’altro.
La velocità è qualcosa di intimo e nello stesso tempo relativo. Solo da dentro la puoi vivere e solo da dentro puoi apprezzarla. Da fuori si vede solo un bolide a due ruote che sfreccia in equilibrio precario a velocità folle. Ma in sella… In sella c’è la forza, la potenza e l’incredibile lucidità di ogni dettaglio. L’orecchio del pilota che avverte ogni rumore, la pelle che analizza ogni vibrazione, gli occhi che scrutano precisi ogni millimetro di asfalto e il cuore che batte al ritmo dei cilindri. Tutto rallenta, quasi si ferma e diventa tutt’uno con noi. Da fuori sembra pazzesco che si possa frenare a oltre 200 Km/h con il posteriore alzato e inserire una moto in una curva a 90 gradi. Da sopra la moto, quello stesso tratto di asfalto si avvicina gradualmente e il corpo prepara nell’intimo ogni piccolo movimento per poterci entrare in quella dannata curva a 90°. Il cuore pompa più sangue, i muscoli si tendono e il nostro corpo avverte la mancanza di appoggio del posteriore. Ma tutto è lucido, tutto è programmato e sincronizzato con i battiti del nostro cuore.
Ore di pratica, di allenamento sopra la moto e non, ore di lavoro in garage, vengono messe alla prova in un istante. E’ la fatale incertezza di un istante che ci spinge a migliorare, a fare nostro quell’istante e analizzarlo. Studiarlo a fondo e scorporalo per acquisirlo e farlo nostro.  Per renderlo sicuro e per spostare il nostro limite più in là. Per dimostrare che quel limite esisteva solo nella nostra testa.
Assaporare quell’istante che diventa nostro. Assaporare l’incertezza che si trasforma in emozione, e poi in sicurezza, è vincere la sfida con noi stessi.
L’emozione alimenta la nostra passione, sempre pronta ad assorbire energia e alimentarsi di vita. Correre è vita. Correre è il continuo inseguire noi stessi, e scoprire di essere diventati migliori ogni volta che ci raggiungiamo. Ogni volta che spostiamo in là il nostro limite e urliamo, dentro il casco e nel cuore, siamo vivi.
“Racing is life. Anything that happens before or after is just waiting.” – Steve McQueen
-il Carogna-
Dai un'occhiata anche a:

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>