Ott 312011
 
Piccoli consigli per affrontare il tragico e triste passo del ritirare la moto per l’inverno.
Semplici operazioni e accorgimenti per essere sicuri di non aver problemi la prossima primavera e poter dare gas non appena si girerà la chiave!

– Un bel pieno di benzina. Oltre a influire positivamente sull’umore quando andremo a riaccendere la moto e la troveremo piena, il serbatoio pieno evita la possibile formazione di ossido all’interno dello stesso. Se c’è benzina, non c’è aria e umidità e la lega ferrosa di cui è fatto il vostro serbatoio ve ne sarà grata.

– Pulizia totale. Lavate la moto, rimuovete moscerini, grasso e morchia. Tutti questi elementi, se lasciati sulla moto per tutto inverno si seccheranno e induriranno e sarà molto, ma  molto, più difficile rimuoverli la prossima primavera.
– Pulizia e ingrassaggio catena. Lavate la catena con petrolio bianco, rimuovetene il grasso sporco e sbrindellato che vi troverete appiccicato e poi datele una bella ingrassata. Tale nuovo layer di lubrificante eviterà all’umidità di attaccare le maglie della catena, evitando la formazione di ossidi e ruggine.
– Lubrificazione leveraggi. Una spruzzata di lubrificante ai leveraggi, molle di rinvio, giunti e cerniere aiuterà a mantenerli in perfetto stato durante il lungo inverno. L’umidità non potrà entrare e la prossima primavera ogni piccolo movimento sarà ancora perfetto e preciso.
– Tappare lo scarico. Basta un semplice sacchetto di plastica con un elastico che lo tiene fermo sul terminale. Così facendo l’umidità non entrerà dallo scarico e nessuna condensa si formerà nei collettori.
– Sollevamento sui cavalletti. Tenete la moto alzata da terra, possibilmente sia con il cavalletto posteriore che anteriore. Le gomme non si deformeranno e assorbiranno meno umidità.
– Copritela. Un bel telo terrà lontana la polvere e un po’ di umidità.
– Tenete in forma la batteria. I casi sono due: o la rimuovete e la tenete al caldo per poi ricaricarla la prossima primavera, o meglio, vi comprate un bel mantenitore di carica. Ormai con meno di 50 euro se ne comprano di ottimi, alcuni equipaggiati con una presa da montare solidalmente alla batteria in modo da render più facile e immediato il collegamento al mantenitore di carica. Il funzionamento è semplice. Attaccate il mantenitore alla rete elettrica da una parte e alla vostra batteria dell’altra e dimenticatevene per tutto l’inverno. Ci penserà lui per tutti i lunghi mesi di freddo a mandare impulsi alla vostra batteria per mantenerla al meglio.
– il Carogna –
Dai un'occhiata anche a:

  2 Responses to “Rimessaggio invernale”

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>