Apr 292015
 

image

Ti svegli un sabato mattina uggioso e, dopo aver pensato alla colazione della famiglia, guardi con bramosa insistenza quel cassetto in metallo che in salotto racchiude le tue scarpe da running… Continui a contemplarlo e, nonostante i cereali siano appena finiti, la tua bocca ricomincia ad avere un’acquolina insistente… Un paio di scarpe nuove sono lì, fresche fresche e pronte ad essere calzate… Non vanno bene per te, non sono idonee all’allenamento che ti eri fissato e soprattutto non sono l’ideale durante uno scarico… Ma, d’altra parte, l’improvvisazione e lo sconvolgere le regole fa parte del tuo carattere e allora la decisione si forma con granitica solidità nella tua testa: “al diavolo i programmi, le provo!”.

Esco quindi con una bel paio di A2 e decido di provare, dopo attento riscaldamento, un bel 8 Km a ritmo medio… Lo so, son pochi chilometri, non voglio strafare ma solo divertirmi con i miei giocattolini nuovi ai piedi. Le sensazioni sono ottimi fin dall’inizio e il sorriso incornicia un allenamento così improvvisato quanto divertente e soddisfacente! Come al solito bisogno uscire dalla routine impostata, ogni tanto mandare a quel paese la tabella e godersi le sensazioni che ci dà la corsa. Mettere un guizzo irrazionale nell’ingegneristica pianificazione che di solito mi contraddistingue, mi ha fatto divertire ancora più del solito e tornare a casa con sorriso stampato in faccia e un bel medio, seppur corto, ma sotto i 4’00″/Km.

Dai un'occhiata anche a:

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>