Ott 222011
 
Purtroppo è giunto il momento di chiudere la stagione, ebbene si… freddo e strade sporche possono essere due ottimi motivi per lasciare le nostre cavalcature al tepore di un box, inoltre i campionati giunti al termine sono il colpo di grazia.
Ma cosa ci aspetta?  4 mesi di noia? Di depressione? Forse no! In diversi anni di motociclismo ho maturato un mio personale metodo per alleviare la mancanza del nostro sano passatempo. Quale?
Eccolo:

Innanzitutto non considerando questo momento come la fine ma, bensì l’inizio della nuova stagione, questo sarà il periodo della preparazione per arrivare in primavera belli freschi e motivati ” ce ne fosse bisogno ” .

Primo: iscriversi in palestra con una tabella impostata piu’ sulla resistenza che sulla forza può essere un ottimo inizio; vanno bene anche il nuoto, lo spinning…. insomma non state fermi! Molti, se non tutti, i piloti di varie categorie MotoGp, SBK, BSB, etc…etc…. danno molta importanza al fisico, e se lo fanno loro perchè noi motociclisti della” Domenica ” no??!! Spesso errori di guida nascono da questo fattore e non da mancanza di capacità.
Secondo: se pensiamo, per la nuova stagione, di fare qualche puntatina in pista perchè non dedicarsi ad uno studio approfondito dei tracciati che andremo ad affrontare? Conoscere le linee giuste da seguire e ” allenarsi ” con con la play possono essere di grande aiuto ” ovviamente in una modalità il piu’ possibile reale ” .
Terzo: questo può essere il momento di fare affari. Sì, considero il mese di Novembre particolarmente conveniente se abbiamo intenzione di rinnovare l’ abbigliamento: casco, tuta, etc.. perchè? Perchè in questo periodo arrivano nei negozi i nuovi modelli perciò quelli “vecchi”…
Se poi avete intenzione di cambiare moto, allora Novembre è perfetto specialmente la fine del mese, quando le giornate diventano buie e nebbiose e l’anno sta per chiudersi, è il momento di tirare le somme e concludere una vendita che in questo periodo è un bel colpo per un concessionario .
Quarto: visto che il tempo non manca, perchè non conoscere in modo più approfondito piloti che prima dell’arrivo dei Valentino, Stoner, Lorenzo, etc. etc., hanno scritto pagine importanti nella storia del nostro sport preferito? Su internet troverete di tutto e di più e così scoprirete che il signore di mezza età che scambia sorridente due parole con il nostro pilota preferito è in realtà un ex pilota che se nella vita riusciva a far bene una cosa era andare forte in moto. Perchè il motociclimo che vediamo e amiamo oggi, si fonda sulle imprese di grandi piloti del passato, che spesso rischiando e perdendo la vita hanno reso questo sport quello che è; la massima forma di gratitudine che possiamo avere nei loro confronti è non dimenticarli.
Raff
Dai un'occhiata anche a:

  One Response to “Il Letargo del Motociclista”

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>