Ott 182011
 



Day 4 –  Albuquerque (NM) – Flagstaff (AZ)


Si comincia la giornata con una bella colazione ad Albuquerque, con torta di mele, di mirtilli e pancakes ai mirtilli annaffiati da cappuccino e caffè americano.
Il Carogna si complimenta  con il barista che di rimando gli offre un’altra tazza di caffè! Tutto sta ad unger bene le ruote…

Via in moto con autoradio a manetta che passa Mr. Jones dei Counting Crows con rotta Gallup, passando per Grants.
A Gallup ci saziamo con bacon cheesbourgers da Cracker Barrel dove compro il cappello da cow-boy!
Dopo la pausa pranzo si entra in Arizona (ora siam 9 ore indietro rispetto all’Italia) e ci fermiamo dai nativi a Lupton dove finalmente troviamo adesivi per i nostri caschi ( sognavamo di appiccicarli da un paio di giorni…)
Da li si cavalca verso al foresta pietrificata che visitiamo sotto un caldo pazzesco. Ho le mani ustionate dal sole e non riesco neanche a togliermi il giubbotto, ci ho rinunciato, meglio il caldo che le scottature.
Ci fermiamo in diversi punti panoramici e poi alla Crystal Forest con i tronchi pietrificati. Paeseggi mozzafiato e come al solito perfetta organizzazione americana nei parchi.
Dirigiamo le due-cilindri verso Holbrook, ci fermiamo a fare benzina e al Family Dollar acquistiamo altra crema solare. La cassiera ci consiglia poi un gel di aloe vera di Nature’s Pharmacy che si rivela un autentica bomba, un unguento miracoloso che lenisce le nostre ustioni!
Li vicino visitiamo anche un Motel con tende da indiani in cemento che fungono da camera e auto d’epoca parcheggiate davanti.
Guidiamo verso Winslow ma decidiamo di proseguire per Flagstaff visto che Winslow non offre nulla.
Arriviamo a Flagstaff dove inizia a fare freddino! Ci buttiamo nel primo motel in downtown che trovo, il Rodeway Inn.
Ci sistemiamo, attacchiamo gli adesivi al casco e usciamo.
Ceniamo da Alpine Pizza con una pizza Pepperoni ( salame piccante ), olive nere e mozzarella. In centro alla sala c’è un juke-box che nonostante i nostri sforzi non riusciamo ad utilizzare e quindi ci sorbiamo le canzoni che passa in automatico…
Dopo cena ci infiliamo in un locale con musica dal vivo e karaoke ma i miei due compagni cono un po’ spenti e troncano le mie iniziative carognesche da pirla ( l’idea era di cantare O Sole Mio…. ).
Dopo 3 birre medie torniamo in hotel.
Flagstaff si è rivelata una città veramente bella e dinamica e decidiamo di rilassarci un poco e visitarla meglio la mattina dopo.

– il Carogna – 



Dai un'occhiata anche a:

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>