Giu 272015
 

L3

Altro viaggio, altro aereo e altro fuso orario. Questa volta arrivo a Louisville in Kentucky e, subito dopo aver affittato l’auto, guido in direzione del fiume Ohio, lo attraverso ed entro in Indiana, a Jeffersonville. Ho preso alloggio in un B&B molto caratteristico che mi accoglie subito con un’atmosfera magica e gradevole che mi fa sentire quasi a casa… dopo circa 18 ore che sono uscito dalla mia…

Il tempo di entrare in camera e subito sulla cartina controllo un buon percorso per farmi una bella corsa. Come al solito la risposta è semplice: lungo il fiumo Ohio! Esco dal B&B e a due isolati prendo la Riverside Drive che costeggia il fiume su una bella pista ciclabile tra gli alberi e piccoli parchetti. Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Giu 202015
 

image

“Diego, A1 o A2?”… Risposta secca: “A1”

Inizia così la giornata di Venerdì 19 Giugno, quando il pensiero corre già alla gara serale di Trecate di Notte, il memorial Guido Strazzi. Voglio fare bene: è la città in cui sono nato e cresciuto, mi sento meglio dopo il raffreddore e ci saranno amici e parenti lungo il percorso… quindi non voglio trascurare nemmeno un dettaglio!

In cantina rispolvero le T7 Racer (che in effetti per me sono un po’ inutili, ma le ho prese a prezzo stracciato tempo fa… quindi perché no!) e scelgo canotta e pantaloncini. Mi vesto, prendo l’auto e, dopo esser passato a prendere mia moglie al lavoro, mi faccio lasciare in Piazza Cavour.

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Giu 172015
 

IMG_7330

Ecco un altro paese che adoro! Dimentichiamoci dei pregiudizio e dei racconti che lo dipingono come violento e pericoloso, il Sud Africa è un paese meraviglioso.

Oggi nello specifico vi parlo di Port Elizabeth, una città all’estremo sud  a diretto contatto con l’Oceano da una parte e la natura incontaminata dall’altra. E’ una cittadina moderna, famosa per il surf e meta turistica locale. Il lungomare è magnifico e costellato di ristoranti e negozietti in legno; il lungo pontile permette passeggiate meravigliose ed è molto facile avvistare i delfini che giocano fra i piloni.

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Giu 152015
 

robinia

A pochissimi chilometri da casa, organizzata dalla mia società, venerdì sera con mia moglie in ferie, panino con salamella finale…. Beh si ci sono tutti gli elementi per partecipare a questa gara!  In aggiunta anche il mio migliore amico Raffaele decide di unirsi e il mio mentore Diego promette di passare a salutarci; quindi l’iscrizione è d’obbligo!

Lotto contro un super-raffreddore che mi attanaglia da 3 giorni facendomi sentire non al 100%, ma non come la solito decido di non farci troppo caso e pensare almeno a divertirmi. Comunque anche una gara sotto-tono è molto meglio di qualsiasi allenamento! Si ingrana la prima dell’auto di Raffaele e in pochi minuti parcheggiamo a La Robinia e prendiamo il tagliandino di partecipazione. Incrociamo gli amici podisti durante il riscaldamento che condividiamo un po’ con loro e che poi terminiamo tra di noi con calma e relax.

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Giu 032015
 

image

È la mattina del 2 Giugno e la carovana del Gran Prix podistico di Novara fa tappa a Pernate. Finalmente riesco a partecipare a questa gara che al momento è la prima (e probabilmente unica) che riuscirò a correre questa stagione al GP.

Mi iscrivo e inizio il solito bel riscaldamento intervallato da chiacchierate e scambi di battute con i soliti volti che finalmente ho l’occasione di incontrare di nuovo.

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Giu 012015
 

IMG_3200

L’inverno è stato durissimo: freddo, pioggia, buio, allenamenti in una forma altalenante e troppo spesso al di sotto delle aspettative. Le gambe che non andavano fino a inizio primavera quando poi i tempi son cominciati a scendere, sfociando in fantastiche ripetute 7×1000 (tra i ciliegi in fiore di un laghetto in Corea del Sud che ricorderò tutta la vita) e nel record personale nella mezza maratona alla Stramilano.

Poi la maratona di Milano… L’inizio perfetto, il passaggio 30-esimo km in 2h00m secchi e… il caldo, la fatica, il corpo che non ce la fa più e la conclusione con un 2h55m che mi han lasciato un po’ di amaro in bocca…

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a: