Apr 282017
 

Solo un’unica cosa può eguagliare la grandezza della mia emozione di partecipare alla Boston Marathon: la delusione che ho provato al traguardo.

Ma andiamo per gradi.

Sabato e Domenica

Il viaggio incomincia il sabato mattina con i miei amici Marco e Raffaele che mi accompagnano a Malpensa. Sono visibilmente emozionato e carico e stemperiamo un po’ di tensione con una colazione al tiepido sole. Il viaggio prosegue nel migliore dei modi, check in fast-track, lounge e volo in orario (anzi pure un po’ in anticipo) fino a Newark. Anche qui sembra un sogno, nemmeno una persona davanti all’immigration and customs control, cosa assolutamente mai capitata.

Lo scalo del New Jersey è disseminato di giacche Adidas di vari colori, ma tutte immancabilmente con un un grande unicorno ricamato: sono tutte le persone in viaggio per Boston che sfoggiano i trofei degli anni precedenti. Il volo per il Logan parte e arriva in orario e mi infilo subito in un taxi per raggiungere il mio hotel downtown dove finalmente posso rilassarmi dopo circa 14 ore di viaggio. Sono le 18 locali circa, per me mezzanotte, quindi faccio uno spuntino e mi infilo a letto.

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Lug 312016
 

IMG_3026

Ho dovuto staccare la spina. Da voi, da me, dal running e da tutto.

Mi spiace aver tralasciato il blog e mi spiace aver smesso di scrivere, ma ero arrivato ad un baratro profondo da cui non vedevo più molta luce. Un grande infortunio mi ha fermato completamente per la prima volta e molte altre cose personali hanno fatto da contorno ad un periodo fra i più cupi della mia vita.

Ma come al solito mia moglie, mio figlio e i soliti pochi amici mi sono stati vicini e mi hanno aiutato, passo dopo passo, a uscire da quel tunnel e rimettermi in carreggiata. Ho capito alcune cose, ho selezionato persone e ho mantenuto idee, ma anche cambiato diversi parametri. Insomma un piccolo “soft reset” che ha completato la rigenerazione ancora nel mio amato Sud Africa.

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Feb 102016
 

IMG_8878

Si torna in Sud Africa e questa volta lascio la fredda Europa e arrivo nella torrida estate dell’emisfero australe! Come al solito tornare in questi posti mi rende felice, in pace e apre il cuore e la mente ad esperienze uniche e paesaggi mozzafiato.

Le corse più belle di questo viaggio le ho percorse sulla Dolphin Coast, il cui caldo torrido e umido mi ha fatto sudare come non mai!

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Ott 262015
 

IMG_8273

Si vola in Turchia questa volta, terra di sole, mare e Kebap! E’ una nazione molto grande che accoglie al suo interno differenze estreme e contraddizioni forti: la modernità e il lusso opposti alla tradizione e alla religiosità molto radicata. E’ un paese comunque molto amichevole dove mi sento a mio agio e in cui ho sempre avuto ottime esperienze.

Il cibo è ottimo, la birra pure e ad Izmir il mare regala scorci meravigliosi e, soprattutto, una pista lungo-mare dedicata al running (da condividere solo coi i cani randagi…. che comunque possono contribuire ad a far accelerare il passo…)

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Ott 012015
 

IMG_6045

San Diego è da sempre considerata una città “runner-friendly”: mettiamo insieme il clima californiano, l’oceano, un parco cittadino fra i più grandi d’America e i dintorni collinari e selvaggi… beh direi proprio che il gioco è fatto e  i dubbi che sia una destinazione adatta a me svaniscono!

Ho avuto la fortuna di soggiornare downtown per qualche giorno e poi spostarmi a nord, nella zona Rancho Bernardo, tra le colline, campi da golf, ville da milioni di dollari, ma anche laghi e sentieri selvaggi! Eh sì, lo spazio non manca e proprio in questa zona è presente il Lake Hodges State Park, caratterizzato da trails di rocce e terra rossa, cespugli di Artemisia, cactus e fauna selvaggia.

Come prima tappa ho potato per Balboa Park, esattamente nel centro di San Diego, ad un paio di isolati dal mio Bed&Breakfast. Il parco è immenso, basti pensare che al suo interno si trovano vari musei (Arte, Aerospaziale, Storia Naturale…) e il famosissimo Zoo. Ci sono ristoranti, negozi, il bellissimo Spanish Village e circa una cinquantina di sentieri trail, tutti indicati e segnalati. Praticamente ci si immerge in un’atmosfera rilassata e particolare, piena di punti panoramici ed edifici magnifici incastonati nella natura.

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a:
Ago 052015
 

image1

Non esiste luogo migliore per correre che nei Paesi Bassi: ciclabili dappertutto, clima mite (al massimo un po’ di pioggia, ma non ci spaventa), gente educata e cordiale e ottima birra la sera. Se poi ci aggiungiamo il pane sempre fragrante, fresco e ricco di aggiunte sfiziose e la spettacolare torta di mele… avete capito che per me è un posto speciale!

Ho la fortuna di trovarmi spesso per lavoro in Olanda e quindi di aver corso in diverse località, tutte perfette e speciali nella loro unicità. Ho corso anche al maratona di Rotterdam che rimane il mio PB e l’evento più importante e spettacolare a cui abbia partecipato. Insomma The Netherlands, per me, significa running!

Continue reading »

Dai un'occhiata anche a: